CI VUOL CORAGGIO

Claudia, mamma di Marta e di creaturina scrive per celebrare il Baby Loss Awareness Day. Desidera portare la voce di quei genitori intangibili che non spingono passeggini e non vanno a recuperare i figli a scuola, ma sono comunque genitori.

Una buona lettura sotto l’ombrellone  per genitori in attesa.

Partorire è un evento assolutamente naturale, ma stra-ordinario. Possiamo attraversare questa esperienza unica senza lasciarci travolgere dagli eventi, ma risvegliando la consapevolezza.

Vi racconto di Giorgio e la sua nascita, in casa, in una vasca gonfiata in soggiorno.

Alessia si scopre incinta quando il suo primo figlio ha solo 7 mesi. Dopo lo shock iniziale la felicità arriva improvvisa come un’onda nel cuore. Il percorso di questa nuova gravidanza la porta a fare scelte che mai avrebbe immaginato.

Oggi è festa!

Che viaggio essere madri! Aprire, espandere cuore e corpo, fondersi con un’anima nuova così tanto da poterla un giorno lasciare andare fiduciose…

Evviva i papà, grandi protagonisti e sostegno per mamme e bambini!

Ormai anche le evidenze scientifiche lo confermano: la presenza e il coinvolgimento dei padri nel percorso nascita migliora gli esiti di salute per mamma e bambino!

Un anno fa ci salutavamo, Nino. Un distacco avvenuto troppo prematuramente.

A un anno di distanza mamma Anna scrive per suo figlio Nino, per ricordarlo e ringraziarlo per il suo passaggio dentro di lei. Una gravidanza durata troppo poco, ma Nino ha portato alla luce grandi risorse che Anna oggi sente la necessità di condividere.

Il terzo trimestre di gravidanza…avvicinandosi alla nascita!

Nell’ultimo trimestre di gravidanza la simbiosi sperimentata fin’ora potrebbe cambiare. Il pensiero della nascita si avvicina ed è tempo di preparativi!!

Il percorso di Diego

Il percorso che porta un bambino in una famiglia dura 18 mesi. I primi nove sono il tempo della gravidanza, poi dopo il parto i successivi nove continuano lo sviluppo fisico ed emotivo del bambino in relazione con i genitori. Mamma Claudia ci racconta in breve la sua esperienza nell’arrivo del piccolo Diego, accompagnata dall’Oasi.

Finalmente è arrivato… il secondo trimestre di gravidanza! Quali sono le gioie e le fatiche di questo tempo?

Il secondo trimestre di gravidanza differisce completamente dal primo. Per i genitori aumenta la relazione con la creatura nella pancia, grazie ai primi movimenti, ma non solo! Per il mondo attorno ormai è chiaro il messaggio: la rotondità della pancia della mamma manda un segnale inequivocabile “siamo in dolce attesa!”