Per te, mamma. Cosa può esserti utile ricordare in questi giorni di fine anno?

Il solstizio d’inverno ci ha anticipato che un altro anno è giunto al termine e possiamo iniziare a guardare oltre. Prenderci un tempo per ringraziare per tutto ciò che ci ha sostenuti in questo difficile anno ed esprimere desideri, programmare obiettivi per l’anno che verrà.

Parlando con le donne che in questo tempo sono diventate madri, la parola che più frequentemente viene citata è solitudine. Sole ai controlli, sole mentre si ricevono notizie belle o faticose, sole a condividere momenti importanti delle proprie vite…

Cara Mamma, il solstizio da poco passato segna il tempo in cui le giornate cominciano ad allungarsi. Ci piace immaginare che il sole tornando pian piano a farsi strada nelle giornate voglia ricordarti che c’è una presenza accanto a te… dentro di te! E’ il tuo bambino, piccolo germoglio che sta crescendo nel tuo nutriente grembo. Nulla sa di come funziona la vita qua fuori, ma sa che tu sei la sua mamma e questo per lui è tutto ciò che conta. Tutto ciò che gli serve per sentirsi amato, per continuare nella sua straordinaria crescita.

Da dove partire per trovare più serenità? Da un semplice respiro!

Compiendo questo gesto con lentezza, essendo presente mentre lo si fa. Rendendosi conto che l’inspiro nutre, di ossigeno, di calma, di maggiore lucidità, sia la mamma che il piccolino. Scoprendo che l’espiro ha la capacità di portare via tutto ciò che appesantisce, che non serve, che ci riempie la testa e rende più difficile il semplice vivere (che poi tanto semplice ora non è).

E fuori chi c’è?

Non sei sola! Come te altre madri stanno vivendo questo importante passaggio della maternità. Come te sentono dentro questa solitudine, la necessità di trovarsi, di condividere, di creare cerchi di donne.

Prova a chiudere gli occhi. A immaginare attorno a te queste altre mamme. Forse ci saranno alcuni visi conosciuti, altri nuovi. Siete diverse, ma potresti percepire che le loro storie eccheggiano di emozioni simili alle tue.

Immagina le tue mani intrecciarsi con le loro, così da creare un cerchio di donne, un cerchio di madri. Potresti fare qualche profondo respiro, immaginando di portare dentro di te l’aria calma e serena che questo vostro cerchio genera.

Potresti sentire attorno il sostegno di tutte quelle donne che prima di voi sono state madri. Donne della tua famiglia, sorelle, cugine, zie, nonne, antenate lontane, amiche, conoscenti. Anche per loro ci sono state difficoltà, magari personali o collettive, anche loro hanno dovuto trovare la forza in se stesse e nella creatura per andare avanti. Il loro vissuto, le loro risorse, sono con te ora e in qualsiasi momento ne avessi bisogno.

Imprimi dentro di te quest’immagine di gruppo, di sostegno, di sorellanza. Possa esserti d’aiuto nei momenti più bui, quelli di maggiore sconforto. Perchè nessuna si senta sola!

Anche se lontane, trovare il modo per unirsi. Insieme crescere verso un cielo limpido dove l’aria è più leggera.

Che altre possibilità ci sono per condividere?

L’Oasi ha continuato ad esserci in questi mesi e prosegue adattandosi, trovando nuove modalità! Abbiamo accolto e accompagnato le coppie in attesa con Incontri di accompagnamento alla nascita e con il Movimento e Rilassamento in gravidanza versione online.

Le mamme con i bimbi hanno potuto sostenersi e condividere nuove gioie e fatiche nel Cerchio delle mamme, ai Corsi di massaggio ai piccoli versione online, allo Spazio mamma-bambino.

Come ostetriche non abbiamo mai smesso di esserci per consulenze, consulti, sia dal vivo che online.

Buon anno a tutti voi e grazie a tutti i bimbi che, con il loro arrivo, hanno portato un raggio di luce nelle famiglie, stimolando le risorse, facendo spuntare un sorriso! Siete stati un piccolo sole anche per noi ostetriche!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.