Perchè partorire a casa? Quattro mamme rispondono.

Oggi, 6 giugno, giornata internazionale del parto a domicilio.

E’ anche il giorno in cui il nostro sito compie 2 anni dal suo lancio online! Grazie a tutti voi che ci seguite numerosi!

Per festeggiare questa data importante vogliamo condividere le testimonianze di quattro mamme che abbiamo avuto l’onore di accompagnare e assistere nel mettere al mondo i loro cuccioli in casa. Abbiamo chiesto loro ‘perchè partorire in casa?’ ed ecco qui le loro risposte.

Buona lettura e per approfondire questo tema vi rimandiamo alla pagina del sito dedicata.

Chiara, mamma di Lorenzo, Iris e Gioele

Partorire a casa non è da incoscienti. Lo fai in totale sicurezza … nessuna ostetrica ti assiste se non c’è sicurezza. Partorire a casa è vivere il momento più straordinario della tua vita nel tuo nido. C’è intimità, silenzio, pace, spazio, tempo … casa tua.

Profumi, rumori, odori che conoscete tu e il tuo bambino. …E una (o due) ostetriche solo per voi!!!

Federica, mamma di Martino e Margot

“Partorire a casa, una scelta coraggiosa per alcuni, anzi per la moltitudine che sceglie il parto ormai ‘classico’, in ospedale. Potrei dire lo stesso per queste ultime coppie appena citate, ” che coraggio partorire in ospedale”, ma semplicemente penso alla bellissima ed unica esperienza che ho avuto durante il mio parto e dico…’ognuno deve fare la propria scelta, purché consapevole’. Ma sarà davvero consapevole per tutti il luogo del parto, oppure è diventata una moda partorire in ospedale? Ultima cosa, partorire nella propria casa, ma soprattutto con le ostetriche che ti hanno seguita fin dal test di gravidanza, con l’intimità che solo a casa si può avere, è un’esperienza indescrivibile… Non è solo la nascita di un figlio, ma moltissimo di più!”

Carmen, mamma di Nicola e Amelia

“Perchè no? Perchè la donna sa partorire e la propria casa, se percepita come luogo sicuro, è il posto ideale. Intimità, delicatezza, rispetto dei tempi della donna, del bambino e della famiglia, sono stati i pilastri di questa scelta non coraggiosa ma naturale.”

Alfrida, mamma di Gabriele

“Il mio parto è avvenuto in un atmosfera intima e piena di affetto, mi sento di dire anche da parte della mia ostetrica che ha condiviso con noi tutto il percorso prima. Tra la rottura delle acque e l’inizio del travaglio sono trascorse 9 ore nelle quali ho potuto condividere con Gisella i miei pensieri e paure e mi sono sentita rassicurata, ho avuto la profonda convinzione che tutto sarebbe andato per il meglio e la certezza di essere “in buone mani”. Il parto è stato veloce e magico, il mio bambino è nato ed invece di piangere ha cominciato a chiacchierare amabilmente! 

Una carica incredibile ed una felicità che mi ha riempito il cuore non facendomi percepire la stanchezza per molti giorni dopo il parto. Il fatto di poter decidere prima insieme alla mia ostetrica il modo in cui avrei voluto vivere il parto ed i momenti subito dopo mi ha aiutata ad entrare in uno stato di rilassamento e fiducia, fondamentali per poter lasciare che tutto accadesse, senza blocchi e paure.”

E quando ci sono dei fratellini/sorelline?

Anche su questo tema la scelta è personale e molto sta alla serenità della mamma. Ci piaceva proporvi un breve video, che ci ricorda l’ultima nascita appena assistita venerdì scorso, 1 giugno, in cui il piccolo Diego è venuto al mondo in casa con la presenza anche di suo fratellino Vasco, che interessato e ammirato ha potuto godere dei benefici di una nascita gentile che lui stesso aveva sperimentato in prima persona qualche anno fa.

Vivere l’evento della nascita in casa può aiutare tutta la famiglia ad una transizione più gentile nel passare da 2 a 3, da 3 a 4 e oltre… e per i fratellini/sorelline può essere più facile adattarsi al cambiamento.

 

 

Grazie a tutte voi splendide famiglie che ci permettete di condividere le vostre grandi emozioni!

Buona giornata internazionale del parto a domicilio!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *