Perchè incontrare l’osteopata in gravidanza?

OSTEOPATIA: UN VALIDO AIUTO IN GRAVIDANZA

L’osteopatia è una terapia manuale, basata su un’approfondita e precisa conoscenza dell’anatomia e fisiologia del corpo umano, volta a stimolare i processi di autoguarigione di cui è naturalmente dotato l’organismo. E’ una professione sanitaria ormai sempre più utilizzata come strategia terapeutica, anche dalle future mamme in dolce attesa.
La gravidanza è un dono splendido che come ogni fase della vita si esprime nell’alternanza. Sia il corpo che la psiche si trovano a fare un grandissimo lavoro di adattamento, che prepara all’arrivo della nuova creatura. Momenti di grande forza ed energia,  ma anche fasi più faticose stanchezza, dolori e fastidi, come ad esempio mal di schiena e sciatica, tensioni al bacino, nausea, vomito, mal di testa, alterazioni dell’umore e del sonno.

I CAMBIAMENTI DEL CORPO DELLA DONNA IN GRAVIDANZA

Il normale processo di maternità modifica il corpo della donna. Il bambino, crescendo nei propri movimenti e trasformando sé stesso, si adatta all’ambiente di cui è ospite. Questo porta ad importanti cambiamenti posturali nella mamma quali l’aumento della lordosi lombare, l’anteroversione del bacino e la concentrazione delle forze gravitazionali maggiormente a livello della sinfisi pubica.
Le possibilità di adattamento sono davvero infinite. A volte però capita che qualche parte della struttura non riesca ad adeguarsi al cambiamento creando così un conflitto funzionale che, seppur compatibile con la vita, è decisamente scomodo, energicamente dispendioso ed impegnativo per la mamma, che spesso fatica a svolgere le normali attività quotidiane.

COME PUO’ INTERVENIRE L’OSTEOPATIA?

L’osteopatia riserva un’attenzione particolare a questa meravigliosa espressione di vita a due, offrendo una valida alternativa alle donne che cercano opzioni non farmacologiche ai loro disagi. Grazie a tecniche manipolative dolci e non invasive, l’osteopata aiuta la colonna ad adattarsi meglio alle modificazioni posturali, liberandola da restrizioni di movimento e puntando a ridare quell’armonia e quell’equilibrio che permetteranno alla mamma di vivere questo periodo nella maniera più serena e comoda possibile.
Le manipolazioni possono inoltre influire positivamente sulla circolazione, aiutando a migliorare la stasi venosa, e sulle nausee, lavorando con particolare attenzione al nervo vago e al riequilibrio del sistema neurovegetativo.
Oltre a prevenire dolori e contratture nei nove mesi, le manipolazioni osteopatiche consentono di arrivare al parto in condizioni fisiche ottimali, grazie all’importanza data, durante la seduta, al miglioramento della mobilità delle articolazioni del bacino, le quali necessitano di essere libere e non bloccate da restrizioni di movimento.
L’obiettivo è dunque ottenere una condizione di equilibrio e di benessere, che vede diminuite le tensioni dolorose provate dalla donna e ridotte le ‘fatiche’ del bambino, che subirà meno traumi durante la nascita.

Per informazioni e prenotazioni:
Elisabetta Laugero – osteopata D.O., membro ROI (Registro Osteopati Italiani), diplomata presso la Scuola Superiore di Osteopatia Italiana (SSOI) di Torino con formazione di 5 anni a tempo pieno.
Tesi conclusiva del percorso accademico: “Efficacia del trattamento manipolativo osteopatico nella gestione del dolore e della funzionalità lombare nelle donne in gravidanza”.

Contatti:
Cell. 349 4064276
– CUNEO: via cappa, 33;
– MONDOVI’: piazza ellero, 6;

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *